Guida

Guida Allinglese

Inglese per utonti

Sommario:

Visto che sto ripassando l'inglese ho pensato di mettere sul web il prospetto che sto scrivendo per me. Spero che si utile a qualcuno. Tutto quello che c'e' qui e' modificabile anche da voi, basta cliccare sul pulsante "Edit", chiaramente per evitare atti di vandalismo serve una password, mandatemi una email e io ve la spediro'.

Vi ricordo che basta cliccare sul link in alto a destra VERSIONE PDF, e otterrete la versione PDF (piu' leggibile) di questa pagina.

Se invece preferisci segnalarmi un errore scrivimi a maxint@tiscali.it

Ringraziamenti

Ringrazio tutti coloro che mi hanno aiutato o corretto eventuali errori:

  • Cristian A.
  • Alex

L'alfabeto

Quello che segue e' l'alfabeto inglese con l'ordine corretto delle lettere:

  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • J
  • K
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • Q
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
  • W
  • X
  • Y
  • Z

Pronomi personali soggetto

Il pronome personale soggetto viene sempre espresso; puo' essere sottointeso in frasi coordinate che abbiano lo stesso soggetto, e viene normalmente omesso nell'imperativo:

Iio
youtu
heegli
sheella
itesso (neutro, inanimato o impersonale)
wenoi
youvoi
theyessi/esse

I pronomi he/she sono utilizzati anche per rifersi ad animali domestici (poiche' chi parla li considera come dei membri della famiglia a tutti gli effetti). In inglese non esiste la forma di cortesia italiana "lei", ma ci si rivolge sempre con il you.

It e' usato per esprimere tutti i concetti con soggetto impersonale, esempio:

It isn't clear how you'll come back.
Non e' chiaro come tornerai.

I pronomi personali complemento

me
you
him
her
it
us
you
them

Si usano sia come complemento diretto che indiretto:

We love you
They are with me

Il complemetno it e' usato sempre con i seguenti verbi se poi seguiti da un aggettivo: to believe, to consider, to find, to judge, to make, to think, l'esempio seguente vi fara' capire il perche':

I find it difficult to concentrate with the radio on.
Trovo difficile concentrarmi con la radio accesa.

I pronomi riflessivi e reciproci

I pronomi riflessivi sono usati alla stessa maniera sia in italiano che onglese, per esempio quando diciamo "Io mi diverto", gli inglesi dicono "I enjoy myself", ecco la lista dei pronomi riflessivi:

myself
yourself
himself / herself / itself
ourselves
youselves
themselves

Oltre a questi esiste oneself che e' il se stesso impersonale, usato per esempio l'infinito:

to enjoy oneself

oneselfse stesso

Esistono inoltre i pronomi riflessivi reciproci che indicano relazioni:

each othersolo fra 2 persone
one anotherfra piu' persone

esempi:

Elisa and Chris phone each other every day.
Soldiers always help one another.

Comunque esistono differenze tra le lingue che si possono imparare solo con l'esperienza, ad esempio esistono verbi che sono riflessivi in italiano, ma non lo sono in inglese (io mi scuso per.../I apoligize for...), opure sono completamente diversi (I mi lavo la faccia/I wash my face)

L'infinito

L'infinito in inglese si esprime con il to seguito dalla forma base del verbo:

infinitoto + forma base del verbo
infinito negativonot to + forma base del verbo
Essere o non essere
To be or not to be

Le preposizioni italiane di, a, da e per seguite da infinito, in inglese non vengono tradotte:

Io sono qui per vedere Marco
I am here to see Marco

Simple present (presente) del verbo to be (essere)

AffermativoNegativoInterrogativoInterrogativo negativo
I amI'mAm I?Am I not?
you areyou'reAre you?Are you not?/Aren't you?
he ishe'sIs he?Is he not?/Isn't he?
she isshe'sIs she?Is she not?/Isn' t she?
it isit'sIs it?Is it not?/Isn' t it?
we arewe'reAre we?Are we not?/Aren't we?
you areyou'reAre you?Are you not?/Aren't you?
they arethey'reAre they?Are they not?/Aren't they?

Usi particolari del verbo essere

Il verbo essere (to be) viene utilizzato per esprimere:

  • eta':
How old is your father?
He is fifty-three (years old).
  • prezzo:
How much are those pears?
They are 1.40 euro a kilo.
  • misura:
How deep is that river
It's two metres deep.
  • distanza
How far is the station?
It's two kilometres from here.
  • salute:
How are you?
I'm fine, thank you.

C'e' / ci sono (there is / there are)

c'e'there is - there'sci sonothere are
c'e'?is there?ci sono?are there?
non c'e'there is not - there isn't - there's notnon ci sonothere are not - there aren't
non c'e'?isn't there?non ci sono?aren't there?

Short answer (risposta breve)

In inglese quando si deve rispondere "si" o "no", di solito si usa questa forma piu' "educata":

affermativayes, + pronome personale soggetto + ausiliare
negativano, + pronome personale soggetto + ausiliare + not
Are you English? Yes, I am. / No, I'm not.
Is there a an over there? Yes, there is. / No, there isn't.

Gli articoli

L'articolo determinativo (il, lo, la, i, gli, le) e' "the":

the boy
the girl
the book

Gli articoli indeterminativi si traducono:

  • "a" davanti a consonante e parole inizianti con suoni [ju] e [ua]:
a dog, a house, a European country, a one-year-old girl
  • "an" davanti a vocale e ad h muta:1
an egg, an apple, an hour, an honest man
... muta
Le parole inglesi che cominciano per h muta sono: hour, heir, honour, honest e loro derivati

Uso dell'articolo "the"

L'articolo determinativo the viene espresso:

  • Davanti a sostantivi singolari e plurali usati in senso definito, quando cioe' si riferisce ad entita' con una caratteristica particolare dai loro simili.
The man with a black hat is my brother!.
  • davanti a sostantivi indicanti entita' uniche, quali:
    the sky
    the air
    the wind
    the sea
    the sun
    th moon
    the world
    the universe
    the past
    the present
    the future
  • con gli aggettivi sostantivati, tipo:
    The rich are often envied by the poor
  • con i superlativi:
    Max is the most intelligent man I have ever known
  • con i nomi collettivi indicanti istituzioni:
    the police
    the Church
    the law
  • con i nomi di cariche:
    the Prime Minister
    the Captain
  • con i cognomi:
    The Simpsons (or: the Simpson family)
  • con i nomi di strumenti musicali:
    I'd like to play the trumpet or the saxophone.
  • Con i nomi geografici:
    the Po river
    The Noth Sea
  • Con seaside, country, city, mountains:
    I live in the mountains.
  • con i nomi propri di oggetti 2:
    The Vespucci is a boat
    The Hilton Hotel is a beautifull place
    The British Museum is very interesting
    The Financial Times is a daily newspaper
  • con i periodi storici:
    The Reinaissance can be considered The Golden Age of Italy.
  • le seguenti parole sono sempre precedute da the: cinema, disco, office, park, stadium, swimming-pool, theatre.
Riviste
in realta' le testate dei giornali possono o non possono avere l'articolo, siccome l'articolo the e' gia' compreso nel titolo di molte testate, si e' liberi di usarlo o no a propria discrezione.

L'articolo determinativo non viene espresso:

  • Davanti a tutti i sostantivi plurali usati in senso generico, anche se accompagnati da un aggettivo qualificativo:
    Red roses are beatifull
  • Davanti a sostentivi singolari usati in senso generale.
    Home is always a beautifull place
  • con le parti del corpo:
    Have you washed your hands?
  • con oggetti personali e capi di vestiario:
    Why don't take off your coat?
  • con personificazioni:
    Man is discovering space.
    Fortune is blind.
  • con nomi propri preceduti da titoli (senza il nomeproprio ci vuole l'articolo):
    Queen Elizabeth is very aged.
    President Bush is a Republican.
  • con nomi geografici al singolare:
    Lake Windermere is a wonderfull place.
  • con i nomi propri di strade, piazze, ponti, stazioni, aeroporti, edifci, chiese e parchi:
    Where is London Bridge?
  • con giochi, malattie e gerundi:

My hobby is collecting stamps.
I love football.
He's got 'flu.

  • con i mezzi di trasporto in generale:
    I usually travel by plane
  • con i seguenti sostantivi quando indicano un'azione: church (funzione religiosa), sea (per mare), table (mangiare), university (studiare), work (lavorare), bed (dormire), hospital (star male), prison ( imprigionato), school (studiare).
    He was at sea for ten years.

Uso Uso dell'articolo "a/an"

L'articolo indeterminativo a/an si usa nella medesima maniera che in italiano, ecco alcuni casi che possono sembrare diversi:

  • dopo AS :
    As a friend, let me tell you I don't approve of your behaviour
    Come amico, lasciami dire che non approvo il tuo comprtamento
    He works as a doctor.
  • con espressioni di tempo, quantita', peso, misura, e prezzo:
    We go dancing twice a week.
    Those apples are € 2.10 a kilo.
  • con le seguenti espressioni:
    • What a nice dress!
    • They have got quite a big cottage in the country
    • He was such an interesting person!
    • She spoke for half an hour.
    • It was too long a journey.
      E' stato un viaggio troppo lungo
  • espressioni idomatiche:
    • as a rule (di regola, generalmente)
    • to be at a loss (essere in imbarazzo)
    • to be in a bad temper (essere di cattivo umore)
    • to be in a good temper (essere di buon umore)
    • to be/to go in a journey (essere/fare un viaggio)
    • to earn a living (guadagnarsi da vivere)
    • for a change (tanto per cambiare)
    • to have a flair for (essere predisposti per)
    • to have a cold (avere il raffreddore)
    • to have a cough (avere la tosse)
    • to have a headache (avere il mal di testa)
    • to have a sore throat (avere il mal di gola)
    • to have a temperature (avere la febbre)
    • in a short time (fra breve)
    • to keep someone at a distance (tenere qualcunoa distanza)
    • to make a career (fare carriera)
    • to smoke a pipe (fumare la pipa)
    • to take an interest in (avere un interesse in)
    • towear/to grow a beard (portare/farsi crescere la barba)
    • to wish a.. (fare gli auguri di.../augurare...)

Uso di one

One e' usato al posto di a/an nei seguenti casi:

  • nel significato di uno solo:
    I want one car, not two.
  • in correlazione con another o others:
    Only one of his sons in a thief, the others are clerks.
  • Con le parloe ''morning, afternoon, evening, night, day:
    One morning, when I woke up, I realized that I hadn't any money left.

Inoltre the one/ones si usa quando non si vuole ripetere il soggetto:

I have got a lot of photos, but the ones I prefer were taken in Italy.

Si usa inoltre dopo gli aggettivi, sempre per non ripetere la stessa parola:

Of those car, I prefer the blue one.

L'aggettivo

L'aggettivo in inglese e' invariabile in genere e numero e precede sempre il sostantivo quando ha funzione di attributo:

a good friend / good friends
an elegant man / an elegant woman

Gli aggettivi e i pronomi dimostrativi

Gli stessi aggettivi dimostrativi funzionano anche da pronomi:

this = questo, questathat= quello, quel, quella
these = questi, questethose= quei/quegli, quelli/quelle

Gli aggettivi e i pronomi possessivi

Aggettivi possessiviPronomi possessiviTraduzione
myminemio
youryourstuo
hishissuo
herherssuo
itssuo
ouroursnostro
youryoursnostro
theirtheirsloro
This isn't your book: it's mine.
Questo libro non e' il tuo: e' il mio.

Concordano in genere e numero con il possessore, anziche' con la cosa posseduta:

Bob and his mother
Bob e sua [di lui] madre

Gli aggettivi e i pronomi indefiniti (partitivo)

L'italiano un po' (con i suoi simili: alcuno, qualche, nessuno) sono traducibili in inglese dai seguenti aggettivi:

 Frasi affermativeOfferte / RichiesteFrasi negative / Dubitative / Interrogative
Aggettivisome / a little / a fewsome / a little / a fewany / not any / no
Pronomisome (of) / a little (of) / a few (of)some (of) / a little (of) / a few (of)not any / none

Il loro uso corretto non e' semplice:

  • Some si usa per offrire qualcosa e nelle richieste (un po'). Oppure per affermare che c'e' qualcosa:
Here my biscuits, would you like some?
Can you give me some of that cake, please?
There are some pillows on my bed.
  • A little e' sempre al sigolare (un poco):
A little sugar in your tea?
  • A few e' sempre al plurale (qualche):
There are a few pens on my desktop.
  • Any e' usato nelle frasi dubitative:
Is there any parsley? I don't know if there is any.
  • No e' usato per dire che non c'e':
There is no fishes in this lake.
  • None e' usato solo come pronome:
None of us can spleep so long!

I pronomi indefiniti composti

I pronomi indefiniti composti sono singolari e quindi il verbo si usa alla terza persona singolare.

 SOMEANYNOEVERY
Personesomeone / somebodyanyone / anybodyno one / nobodyeveryone / everybody
Cosesomethinganythingnothingeverything
Luogosomewhereanywherenowhereeverywhere

Non c'e' differenza tra someone e somebody, tra anyone e anybody, tra no one e nobody''.

In funzione di possesso abbiamo la seguente costruzione:

Is this anybody's glass?
E' di qualcuno questo bicchiere?

Il plurale dei sostantivi

Normalmente in inglese i sostantivi formano il plurale aggiungendo una "s" al singolare:
school - schools
teacher - teachers
I sostantivi terminanti in s, ss, ch, sh, x,z,o formao il plurale aggiungendo la desinenza "es":
bus - buses
glass - glasses
church - churches
brush - brushes
box - boxes
buzz - buzzes
potato - potatoes
Le parole teminanti in y preceduta da consonante formano il plurale in "ies" e la y scompare:
baby - babies
lady - ladies
I seguenti sostantivi terminanti in f, fe formano il plurale in "ves":
half -halves
knife - knives
leaf - leaves
life - lives
loaf - loaves
self - selves
shelf - shelves
thief - thieves
wife - wives
wolf - wolves

Alcuni sostantivi cambiano al plurale, esempio:
child - children
foot - feet
man - men
mouse - mice
tooth - teeth

Possono formalre il plurale (creando solo confusione), oltre che aggiungendo una "s", aggiungendo un 's :

  • le lettere dell'alfabeto:
    two B's
    three E's
    * le abbreviazioni:
    four MP's
    the UFO's
    * i numeri cardinali con funzione di sostantivo scritti in cifre:
    in the 80's

I sostantivi non numerabili

Esistono parole in inglese che non si possono numerare, non sono preceduti da articolo o da un numerale:

accomodationalloggio
adviceavviso
baggagebagaglio
businessaffari
cutleryposate
equipmentequipaggiamento
furnituremobilio
homeworkcompiti per casa
informationinformazioni
laughterrisata
moneysoldi
newsnotizie
produceprodotto agricolo
progressprogresso
rubbishspazzatura

I numeri

I numeri possono essere cardinali, quando esprimono quantita' come 10 bastoni, 2 route; o ordinali, cioe' che esprimono l'odine di oggetti o persone, come primo, secondo e terzo.

I numeri cardinali

0 - nought
1 - one
2 - two
3 - three
4 - four
5 - five
6 - six
7 - seven
8 - eight
9 - nine
10 - ten
11 - eleven
12 - twelve
13 - thirteen
14 - fourteen
15 - fifteen
16 - sixteen
17 - seventeen
18 - eighteen
19 - nineteen
20 - twenty
21 - twenty-one
... 30 - thirty
40 - forty
50 - fifty
60 - sixty
70 - seventy
80 - eighty
90 - ninety
100 - one hundred
1000 - one thousand
1000000 - one million

In inglese lo zero si puo' dire nei seguenti modi:

  • nought, nelle numerazioni e nei calcoli
  • o, nelle numerazioni e nei numeri telefonici
  • zero nelle scale di misurazione (0 degrees)

Quando si scrive in lettere un numero, i numeri da 21 a 99 uniscono le decine alle unita' con un trattino (twenty-one, fifty-eight). Per i numeri dal cento in poi si usa mettere la parola "and" ad unire le centinaia con il resto del numero (two hundred and thirty-seven). Dal mille in su non si usa piu' nulla per unire (three thousand two hundred and forty-five).

I numeri ordinali

I numeri ordinanli (primo, secondo, terzo...) in inglese quando si scrivono in cifre si scrivono diversamente che in italiano, per esempio:

ItalianoInglese
1stthe first
2ndthe second
3rdthe third
4ththe fourth
5ththe fifth
6ththe sixth
7ththe seventh
8ththe eighth
9ththe ninth
10°10ththe tenth

Come vedete, a parte i primi tre (e i loro composti, come :21st, 22nd, 23rd, 31st,...41st,... 51st,52nd,53rd...), tutti i numeri si scrivono aggiungendo le lettere 'th dopo il numero, e si leggono a voce sempre con l'articolo the davanti. Quando si scrivono a lettere l'articolo the va' sempre anteposto.

ItalianoInglese
11°11stthe eleventh
12°12ndthe twelfth
13°13rdthe thirteenth
14°14ththe fourteenth
15°15ththe fifteenth
16°16ththe sixteenth
17°17ththe seventeenth
18°18ththe eighteenth
19°19ththe ninteenth
20°20ththe twentieth
21°21stthe twenty-first
22°22ndthe twenty-second
23°23rdthe twenty-third
24°24stthe twenty-fourth
...
30°30ththe thirtienth
40°40ththe fortienth
50°50ththe fiftienth
60°60ththe sixtienth
70°70ththe seventieth
80°80ththe eigthieth
90°90ththe ninetieth
100°100ththe hundredth
1000°1,000ththe thousandth
1000000°1,000,000ththe millionth

Simple present (presente)

Il simple present si costruisce con l'infinto senza to per tutte le persone tranne la terza singolare, per la terza singolare si deve agguingere una s seguendo tutte le regole che si usano per fare i plurali dei sostantivi. Nella forma negativa e interrogativa tutti i verbi hanno bisogno dell'ausiliare do:

 AffermativoNegativo
I /you/we/you/theystartdo not start /don't start
he/she/itstartsdoes not start / doesn't start
Interrogativa /Interrogativa negativa
Do / Don'tI/ you/we/you/theystart?
Does /Doesn'the/she/itstart?

Who.../What... (chi/cosa)

Quando i pronomi interrogativi who e what fungono da soggetto, la frase rifiuta l'ausiliare do; pero' se la domanda e di tipo interrogativo-negativo c'e' di nuovo bisogno del do per fare la negazione:

Who teaches English to your class?
Chi insegna inglese nella tua classe?
Who doesn't speak English here?
Chi non parla inglese qui?
Who never does his homework?
Chi non fa mai i compiti?

Posizione del complemento oggetto e del complemento indiretto

Molti verbi in inglese (to bring, to buy, to teach, to teel, ecc.) quando sono seguiti da un complemento indiretto e da un complemento oggetto, ammettono due forme:

soggetto + verbo + complemento indiretto + complemento oggetto
soggetto + verbo + complemento oggetto + to / for + complemento indiretto
Vogliamo comprarle una penna
We want to buy her a pen
We want to buy a pen for her

Alcuni verbi ammettono solo la seconda costruzione (e solo con to ), ecco i puu' usati:
to confess, to deliver, to describe, to dictate, to explain, to introduce, to reply, to report, to say

Chiedere l'ora

L'ora si chiede con una delle seguenti frasi:

  • What's the time please?
  • What time is it, please?

E si risponde con It's ...

2.00
two o'clock
2.05
five past two
2.08
eight minutes past two
2.15
a quarter past two
2.30
half past two
2.35
twenty-five to three
2.45
a quarter to three
2.48
twelve minutes to three

Come si capisce dagli esempi precedenti si usa o'clock per indicare le ore piene (13:00, 11:00, 21:00, 3:00), si usa past per i minuti da 1 a 29, mentre si usa to per indicare i minuti all'ora successiva (generalmente 31-59).
Il termine half e' usato per la mezz'ora (30 minuti).

In inglese si tende ad usare la divisione del tempo in due cicli di 12 ore, si dice cioe' "Le sei del mattino" o "Le sei della sera"; con la differenza che al posto di mattino o sera si usa "a.m." (ante meridiem) e "p.m." (post meridiem).

It's six p.m.
Sono le 6 del pomeriggio.

Per indicare mezzogiorno si usa la parola midday oppure noon, mentre per mezzanotte midnight.

Nelle frasi che hanno a che fare con il tempo la proposizioni piu' usate sono at e from...to...:

At what time do you usally get up?
A che ora di solito ti svegli?
I get up at 7 o'clock.
Io mi alzo alle sette.
He works from nine a.m. to five p.m.
Lavora dalle nove alle diciassette (cinque del pomeriggio).

Participio presente /Gerundio

In inglese sia il participio presente che il gerundio si formano aggiungendo il suffisso in -ing all'infinito senza to:

InfinitoGerundio/Participio passato
to gogoing
to watchwatching
  • I verbi terminanti con e muta perdono la e davanti al suffisso -ing:
    to come - coming
    to phone - phoning
    Fanno eccezione alcuni verbi, tra cui to dye (dyeing), tingere, e to queue (queueing), fare la code.
  • I verbi com la y finale non si modificano mai:
    to try - trying
    to play - playing
  • I verbi monosillabici terminanti per consonante, preceduta da una sola vocale, raddoppiano la consonante:
    to stop - stopping
    to get - getting
    Fanno eccezione i terminanti in w e in x, che non raddoppiano:
    to bow - bowing
    to box - boxing
  • Nei verbi bisillabici terminanti con una consonante, preceduta da una sola vocale, la consonante finale raddoppia se l'accento cade sull'ultima sillaba (con un po' di pratica della lingua parlata sembra ovvio):
    to prefer - preferring
    to begin - beginning
    Fanno eccezione to worship (worshipping) , adorare, e to handicap (handicapping) , mettere in condizione di svantaggio, che non hanno l'accento sull'ultima sillaba.
  • I verbi terminanti per una sola l preceduta da vocale la raddoppiano sempre:
    to travel - travelling
    to quarrel - quarrelling
  • Se un verbo finisce per ie, allora il dittongo si trasforma in y e si aggiunge ing:
    to die - dying
    to lie - lying
  • I verbi terminanti in c aggiungono una k prima di ing:
    to mimic - mimicking
    to picnic - picnicking

Present continuos

Il tempo present continuos e' utilizzato per indicare un'azione che si sta facendo mentre si parla, viene anche utilizzato per indicare un'azione futura, ma che e' come set si stesse facendo perche' gia' programmata. E' anche utilizzato per indicare disapprovazione nei confronti di un'abitudine. Non si usa per i verbi di volonta', percezione, sentimento e opinione (si usa il presente).

Si forma con il presente del verbo essere e la forma in ing del verbo che si intende:

Affermativo / Negativo
Iam / 'm notworking
youare / aren'tworking
he/she/itis / isn'tworking
weare / aren'tworking
youare / aren'tworking
theyare / aren'tworking
Interrogativo / Interrogativo negativo
AmI / I notworking
Are / Aren'tyouworking
Is / Isn'the / she / itworking
Are / Aren'tweworking
Are/ Aren'tyouworking
Are / Aren'ttheyworking

Esempi:

  • Azione in fase di svolgimento.
John is playing in the garden
John sta giocando in guardino
Geroge is watching TV at the moment
George sta guardando la TV in questo momento
  • azione futura programmata:
I'm leaving for France tomorrow
Parto per la Francia domani
Are you going to the cinema tonight?
Vai al cinema stasera?
  • disapprovazione
He's always complaining about cooking
Si lamenta sempre della mia cucina.
You're always staring at people
Fissi sempre la gente.

Modal verbs

I modal verbs vengono chiamati in italiano modali o ''difettivi', hanno le seguenti particolarita':

  • non prendono la s alla terza persona singolare
  • rifiutano l'ausiliare nella forma interrogativa, negativa e interrogativa negativa
  • i verbi che seguono sono all'infinito senza to
  • non possono essere seguiti da un complemento oggetto
  • non hanno alcuni tempi, e percio' sono sostituiti da alcuni verbi

Ecco i principali:

  • can
  • may
  • shall
  • must
  • will

Can / May

Indicano il verbo italiano potere con sfumature diverse:

I / you / he / she / it / we / theycan / cannot / can'tswim
Can / Can'tI / you / he / she / it / we / theyswim?

Il verbo can si usa:

  • per esprimere possibilita', capacita', essere in grado:
He can't come
Non puo' venire
Can you drive?
Sai guidare?
  • Richieste informali:
Can I use the phone, please?
Posso usare il telefono, per favore?
  • per dare o rifiutere un premesso:
You can't go out tonight.
Non puoi uscire stasera.

Come can si usa may, solo nelle seguenti condizioni:

  • per indicare una probabilita':
He may not come.
Puo' darsi che non venga
  • nelle richieste formali:
May I somke here sir? Yes, of course
Posso fumare qui, signore? Si, certo. per dare o rifiutare un permesso in maniera formale:
You may come whenever you like
Puoi venire qando vuoi.

La forma might e' usata sia per indicare il passato che per una forma ''ancora piu' formale del may'.

Must / Shall

I verbi must e shall indicano dovere, il primo con la sfumatura di obbligo, il secondo con il senso di consiglio.

Affermativa / Negativa
I
you
he / she / itmust / mustn'tgo
we
you
they
Interrogativo / Interrogativo-negativo
Must / Mustn'tI
Must / Mustn'tyou
Must / Mustn'the / she / itgo
Must / Mustn'twe
Must / Mustn'tyou
Must / Mustn'tthey

Il verbo must puo' anche essere usato per esprimere una deduzione, ma solo in frasi affermative:

It must be midday, it's very hot.
Deve essere mezzogiorno, fa molto caldo

Il verbo modale shall e' usato solo per le prime persone singolari e plurali, esprime:

  • proposte o suggerimenti
    Shall we stay or shall we go home?
  • offrirsi di fare qualcosa
    Shall I open the window?
  • chiedere un parere o un consiglio in modo formale
    What shall I do?

La forma condizionale should si usa in maniera del tutto analoga, ed e' piu' simile ad un dovere morale.

You shouldn't be so rude with him.
Non dovresti essere cosi' socrtese con lui.

Al passato si forma aggiungendo have:

You should have helped your mother.
Avresti dovuto aiutare la mamma.

To have to

La forma have to e' usata per esprimere obbligo o necessita', indipendente dalla volonta' del parlante. Se usato in questa forma ''necessita dell'ausiliare do come un verbo normale'.

Did you have to carry your suitcaes by yourself?
Hai dovuto portarti da solo le valigie?

To need

Il verbo to need significa avere necessita' , ma usato alla forma negativa puo' avere la sfomatura di un verbo modale, ecco alcuni esempi:

He needn't leave at once.
Non e' necessario che parta immediatamente.

You needn't tell Max about it.
Non c'e' bisognoche tu lo dica a Max.

To be

Anche il verbo essere puo' prendere connotazioni di dovere, nel senso di azioni prestabilite o ordini:

I am to meet Jake at 15:55.
Devo incontrarmi con Jake alle 15:55.

Nobody is to leave the room before the police come.
Nessuno deve lasciare la stanza prima dell'arrivo della polizia.

Chiaramente questa forma si puo' usare solo al simple present' e al simple past''.

Se una certa azione non e' avvenuta si puo' usare il verbo essere la passato seguito da to have:

I was to have taken part in that mission, but my plane never started.
Dovevo far pearte di quella missione, ma il mio aero non si accese.

Imperative (l'imperativo)

L'imperativo, ad eccezione delle seconde persone, si forma con:

let + complemento oggetto + infinito senza to
me
lethim / her / itgo out!
us ('s)
them

Le seconde persone, sia singolare che plurale, formano l'imperativo usando solo l'infinito senza to:

Go out!
Esci! / Uscite! / Esca!
Sit down!
Siediti! / Sedetevi! / Si sieda!

La forma negativa usa sempre l'ausiliare "don't":

Don't go out!

To have (avere)

Non ha bisogno dell'ausiliare ne' nella forma negativa, ne' in quella interrogativa-negativa:

Affermativa / Negativa
Ihave ('ve) / have not (haven't)
youhave ('ve) / have not (haven't)
he / she / ithas ('s) / has not (hasn't)got
wehave ('ve) / have not (haven't)
youhave ('ve) / have not (haven't)
theyhave ('ve) / have not (haven't)
Interrogativa / Interrogativa-negativa
Have / Haven'tI
Have / Haven'tyou
Has / Hasn'the / she / itgot?
Have / Haven'twe
Have / Haven'tyou
Have / Haven'tthem

Usi particolari

Oltre il significato piu' comune di possedere, il verbo to have, puo' assumere significati molto diversi a seconda della parola che lo segue, molto similmente a quello che succede con il nostro verbo fare (fare una doccia, fare merenda...):

to havebreakfastfare colazione
to havelunchpranzare
to havedinner/suppercenare
to havea snackfare uno spuntino
to havea picnicfare un picnic
to havetea/coffe/a drink/ a cokeprendere il te/caffe/bibita/coca cola
to havea bath/a showerfare il bagno, una doccia
to havea swimfare una nuotata
to havea napfare un sonnellino
to havea restriposare
to havea chatfare una chiaccherata
to havea walk/ a strollfare una passeggiata
to havea ride on a horse/bycicle/scooterfara una cavalcata/ un giro in bicicletta/ un giro in motorino
to havefun/ a good timedivertirsi

In questi casi il verbo to have perde la sua funzione di ausiliare, quindi come tutti i verbi normali ha bisogno di un ausiliare anch'esso:

Does your father usually breakfast with you?
No, he always has breakfast before I get up.
Where's Mum?
She is having a shower.

Presposizioni con il tempo

Una cosa abbastanza difficle in inglese e' usare la preposizione giusta quando si parla.
Utilizzando last e next le preposizioni si evitano, ecco un piccolo prospetto riguardo al tempo:

at
  • con le ore: at 7 o'clock
  • per indicare momenti precisi: At this time, At the end of the month
  • per festivita': at Christmas
in
  • con i mesi: in October
  • con le stagioni: in summer
  • con gli anni e i secoli: in 1989, in the nineteenth century
  • con le parti del giorno: in the morning / afternoon / night
    ATTENZIONE : fa eccezione at night 2
on
si usa davanti alle alle date, giorni della settimana, giorni di festa:
on April 10th, on Sunday, on Christmas day
for
E' l'equivalente dell'italiano per, indica durata: for two days / a wek / a year
in
E' usato per indicare un avvenimento che succedera' fra poco, somiglia all'italiano fra: in a short time
by
E' usato per indicare entro un momento preciso: by five o'clock
within
Entro un periodo generico: within a week
Till / Until
Si usano indifferentemente ed indicano fino a: till 6 o'oclock, until October
... night
In night e' tra l'impronunciabile e il cacofonico

Posessive case (genitivo sassone)

Il concetto di possesso in italiano (es.: il capotto di Mario) e' reso in inglese dal genitivo sassone:

possessore + 's + cosa posseduta (senza articolo)

My friend' new car is a Ferrari
La nuova macchina del mio amico e' una Ferrari
That old lady's suitcase is very heavy
La valigia di quella anziana signora e' molto pesante

Quando il nome del possessore al singolaretermina per s, ss, sh, ch, x ,z si scrive regolarmente, ma nella pronuncia si tende ad aggiungere e [i:] che migliora la pronuncia(es.: James's bike is new). Certe volte viene omessa la s ma si scrive l'apostrofo e si pronuncia come appena affermato.

James' bike is new

Se il possessore e' un sostantivo plurale e finisce in s allora si scrive solo l'apostrofo:

Those students' book are very useful.
I libri di quegli studenti sono molto utili.

Se il possesso e' condiviso da piu' persone si puo' mettere la 's solo all'ultimo nome, altrimenti va' su tutti i nomi:

Jack and Tim's parent are nice
I genitori di Jack e Tim sono simpatici
Jack's and Tim's parent are nice
Sia i genitori di Jack che quelli di Tim sono simpatici

Le parole house, shop, store, church, cathedral, hospital, office, resturant sono generlamente sottointese quando si usa il genitivo sassone:

I'm going to John's (house)
We are going to the grocer's (shop)
They are in St. Peter's (church)

Il doppio genitivo

Il genitivo sassone puo' essere usato secondo questa costruzione:

a friend of my father's
one of my father's friend

Frasi da sapere

Quello che segue e' una serie di frasi molto usate da chi parla inglese, se non le sapete, vi conviene prendere un vocabolario e provare a tradurle, le frasi sulla stessa riga hanno lo stesso sognificato.

Saluti: arrivo
Good morning
Good afternoon
Good evening
Hallo! Hello! Hullo! Hi!
Saluti: partenza
Bye-bye. Goodbye
Good night
See you again
See you later
See you soon
See you tomorrow
Presentazioni
How do you do?
Pleased to meet you
Hi
Prego
Please
Yes, please
No, thank you
Thank you. Thanks
Thank you very much
Not at all. You're welcome. (It's a) pleasure. That's all right.
Domande classiche
What's your name?
My name's...
How old are you?
I'm...
Where are you from? What nationality are you?
How are you?
I'm fine, thank you.
Very well, thanks
Not so bad, thanks.
Ecco
Here's Tom. Here are the girls. Here I am.
Che lavoro fai?
What do you do?
I'm a teacher.
Il mio orologio e'...
My watch is right/wrong/five minutes slow/five minutes fast.
Sono in...
I'm late
I'm early
I'm in time
I'm on time
Clima
What's the weather like?
What about the teperature?
Quanto ...?
How far is the station?
How long are you staying in Rome?
How often do you go to the theatre?
Indicazioni
Go straight on as far as...
Walk / go along this street...
Cross over (at)...
Cross the street
Turn left / right (into) ... Street
on the corner of...
on the left / right...
on your left / right...
at the end of...
in the middle of...
at the top of...
at the bottom of...
Proporre
What bout having a drink?
Let's have a game of cards!
Why don't we go out for a pizza?
Why not accept their invitation?
Augurio
Have a nice day! / holiday! / etc.!
Enjoy yourself!
Lokk after yourself!
Merry Christmas and a Happy New Year!
Happy Easter!
(I wish you a) Happy Birthday!
Di chi e'...?
Whose is this watch?

Le preposizioni di stato in luogo

Le preposizioni di stato in luogo servono ad indicare la posizione degli oggetti, per esempio:

Io vivo a Londra vicino il museo della scienza.

Sia a che vicino sono preposizioni di stato in luogo.

In inglese le preposizioni di stato in luogo sono le seguenti:

at
si usa per indicare un punto preciso, anche per indicare la societa' per cui si lavora, o l'indirizzo (sempre con il numero civico).
I live at 187 George Street.
in
si usa o per indicare uno spazio circoscritto (citta', regione, nazione) o per un indirizzo impreciso (senza numero civico).
I live in England.
among
e' usato per indicare un oggetto tra un numero impreciso.
In this picture you are invisible among your classmates.
between
indica la posizione di un oggetto tra due altri oggetti.
Your hous is between two skyscrapers.
near
e' uguale al nostro vicino.
Please, come near me.
next to/beside
sempre come vicino, ma quasi con contatto.
You are beside me! Get off!!
in front of/opposite
di fronte a, davanti a, dirimpetto.
My car is parked in front of the hotel.
on
su, sopra con contatto.
Your cat is on my table.
over
sopra, senza contatto.
Airplanes fly over our heads.
above
Sopra senza contatto, o sopra con contatto nel senso di ricoprire completamente, quasi avvolgere.
There is a red cover over the sofa.
upstairs
al piano superiore.
My shoes are upstairs.
inside
E' equivalente al nostro dentro.
My soul is inside me.
outside
E' equivalente al nostro fuori.
Outside this county there is a world that awaits you.
against
Contro, come c'e' una scala contro la parete.
There is a ladder against the wall.
behind
Dietro.
I see you, you are behind the tree.
under
Sotto.
A cat is sleeping under my car.
downstairs
al piano inferiore.
Please, may you bring me my watch downstairs?

Gli avverbi di frequenza

I principali avverbi di frequenza sono:

IngleseItaliano
alwayssempre
oftenspesso
usuallydi solito
generallygeneralmente
seldom/rarelyraramente
sometimesqualche volta
nevermai
evermai? (non in senso negativo)
  • Di solito precedono il verbo:
He seldom talk to me
  • Si mettono dopo i verbi modali e ausiliari
You're usually sad when talk to her
  • Nei tempi composti si mette dopo il primo ausiliare
You would never go away!

Una nota particolare per l'avverbio ever, esso non ha senso negativo, corrisponde a quel mai che usiamo in Italia per intendere se una cosa e' stata fatta almeno una volta:

Do you ever eat pasta?
Hai mai mangiato pasta?
No, I never eat pasta.
No non l'ho mai mangiata

La data

Per chiedere la data di oggi esistono due fome:

What's the date today?
What date is today.

Per rispondere si usano sempre i numeri ordinali:

It's Thursday, May 12th.

Ricordarsi che 12th si legge the twelfth.

Usi particolari di How

How far is Rome from here? Quanto dista Roma da qui?

How long are you staying in Paris? Quanto tempo sarai a Parigi?

How often do you clean your bedroom? Quanto spesso pulisci la tua camera da letto?

Le preposizioni di moto

ItalianoInglese
ato / into
dafrom / out of
attraversoacross / throgh
attornoaround
lungoalong
versotowards
suup
giu'down

Il simple past (passato)

In inglese per esprimere un'azione passata, completamente trascorsa (tipo "ieri ho mangiato tardi"), si usa sempre questo tempo; per moltissimi casi e' l'equivalente dell'imperfetto, del passato prossimo e del passato remoto. Con questo tempo troviamo una delle poche forme irregolari in inglese, per formare questo tempo, infatti, basterebbe aggiungere il suffisso -ed, ma molti verbi non seguono questa regola, anzi non seguono nessuna regola, e bisogna studiarli a memoria.

Nelle frasi affermative il passato si forma cosi':

I
you
he/she/it
we
you
they
finished

Come le forme interrogative del presente usano il verbo ausiliare "Do", le forme interrogative del passato usano il Did:

DidI
you
he/she/it
we
you
they
finish?

Anche la forma negativa e l'interrogativa-negativa usano l'ausiliare (sono generlamente piu' usate le forme abbreviate):

I
you
he/she/it
we
you
they
did not finish / didn't finish
Didn'tI
you
he/she/it
we
you
they
finish?

Nel formare il passato i verbi regolari possono:

  • Aggiungere solo una d se finiscono per e:
like-liked
  • Raddoppiare l'ultima consonante (ad eccezione della x e w), se e' preceduta da una sola vocale:
stop-stopped
  • Cambiare la y finale, se preceduta da consonante, in i:
study-studied
  • Aggiungere una k dopo la c, se e' la loro ultima lettera:
panic-panicked

Il verbo avere (to have) e' l'unico verbo irregolare a non usare l'ausiliare "did" (anche se in america, alcune volte, lo usano erroneamente):

Had you good luck yesterday?
I hadn't ever a car.
Hadn't you enough money last moth?

Verbi irregolari

In questa pagina trovate i piu' comuni verbi irregolari

Il verbo essere

Il verbo essere (to be) e' irregolare, percio' va studiato a memoria:

Affremativo
Iwas
youwere
he/she/itwas
we
you
they
were
Negativo
Iwas not / wasn't
youwere not / weren't
he/she/itwas not /wasn't
we
you
they
were not / weren't
Interrogativo
WasI?
Wereyou?
Washe/she/it?
Werewe?
you?
they?
Interrogativo negativo
Wasn'tI?
Weren'tyou?
Wasn'the/she/it?
Weren'twe?
you?
they?

Il past continuos (passato progressivo)

Questo tempo serve per esprimere:

  • un'azione che si sta svolgendo nel passato:
Last week I saw Henry in the park, he was playing soccer.
  • un'azione che si svlogera' dopo quello che stiamo raccontando, ma sempre nel passato:
He was leaving the following day. (stava per partire il giorno seguente)
  • Disapprovazione su qualcosa nel passato:
Mike was always playing the PS2!

Il futuro (the future)

Il futuro, detto future simple, in inglese e' abbastanza semplice da formare, basta aggiungere will davanti al verbo all'infinito. Una volta si usava shall per le prime persone singolare e plurale, ma e' ormai desueto:

I
you
he / she/ it
we
you
they
will / 'llgo
I will run take the bus tomorrow.
You'll never change!

Il futuro si usa anche:

  • dopo i verbi di opinione, supposizione, speranza (to thik, to suppose, to hope,...):
    I hope you'll be all right
    Spero che tu starai/stia bene
  • Nel periodo ipotetico di primo tipo:
    If you buy this car, you'll take th bus no more.
    Se compri questa macchina, non prenderai piu' l'autobus

Future continuos

Questo particolare tempo si usa per decrivere un'azione che continua a svolgersi mentre la si descrive nel futuro: "Io domani saro' a parlare con John" rende l'idea di quello che si puo' esprimere con questo tempo (anche se e' brutto in italiano). La costruzione del future continuos e' la seguente:

soggettowill beverbo+ing

esempi:

At this time next week, you'll play your first soccer match
He'll be talking about movies all this night

Futuro intenzionale (be going to)

Questa particolaissima forma di futuro esprime il senso di qualcosa di immediatamente successivo, anche rispetto ad un altro tempo, generalmente il futuro. Si forma cosi':

I am
you are
he/she/it is
we are
you are
they are
goingto sing
What are you going to do after your degree?
Cosa pensi di fare dopo aver preso la laurea?
I'm going to run.
Sto per correre

Future perfect

Il future perfect si costruisce usando il participio passato dei verbi, si ottiene allo stesso modo del passato (cioe' aggiungendo -ed), e allo stesso modo bisogna studiare a memoria i verbi irregolari. Si utilizza per esprimere qualcosa di gia' finito nel momento futuro in cui lo si descrive.

AffermativaSoggettowillhavepaticipio passato
NegativaSoggettowill not / won'thavepaticipio passato
InterrogativaWillsoggettohavepaticipio passato
Interrogativa-negativaWon'tsoggettohavepaticipio passato
You'll have finished your painting by seven tomorrow
Avrai finito il tuo quadro alle cinque di domani

Future perfect continuos

Questo tempo, chiamato anche futuro anteriore progressivo, si construisce cosi':

soggettowill have beenforma in -ing

il suo uso e' indicato per mostrare un'azione che si sta ancora svolgendo quando la si descrive nel momento futuro di cui si sta parlando. Esempio:

Tomorrow I'll be in Rome, while you'll have been sleeping for 6 hours.
Domani saro' a Roma, mentre tu avrai dormito per 6 ore.

Nota: Il futuro in frasi subordinate

Al contrario dell'italiano, quando si usano i termini come: when, as soon as, as long as, the next time, till/untill, after, before; si usa solo la prima frase al futuro, la seconda si usa al presente, ma si intede contemporanea alla precedente:

He won't be at home when you come back from work
''Egli non sara' a casa quando tornerai dal lavoro

Uso del gerundio

Il gerundio si usa sempre dopo le preposizioni: after, before, besides, instead of, without.

Besides being rich, she is also very pretty.
Oltre ad essere ricca, e' molto carina.

Inoltre il gerundio si usa dopo i verbi segui ti da preposizione come:

  • to be afraid of
  • to be fond of
  • to be keen on
  • to be tired of
  • to be used to (essere solito)
  • to get used to (abituarsi)
  • to apologize for
  • to go on
  • to insist on
  • to look forward to (non vedere l'ora di)
  • to succed in
  • to thank for
  • to think of
  • to fell like (aver voglia)
I'm tired of repeating everytime the same things

Present Perfect (il passato prossimo)

Al contrario dell'itliano, il passato prossimo si usa solo se un'azione successa nel passato ha ancora effetti, o si sta ancora svolgendo nel presente. Se un'azione ha un inizio ed una fine del passato bisogna usare il simple past.

Froma affermativasoggetto + have/has + participio passato
Forma negativasoggetto + haven't/hasn't + participio passato
Forma interrogativaHave/Has + soggetto + participio passato ?
Forma interrogativa negativaHaven't/Hasn't + soggetto + participio passato ?

Possiamo usare il present perfect correttamente se usiamo:

  • Avverbi di frequenza:
Almost/nearlyquasi
alreadygia'
alwayssempre
evermai
nevernon mai
justappena
oftenspesso
rarely/seldomraramente
recentlyrecentemente
yetnon ancora

I have just seen Max in S.peter sqare.
Ho appena visto Max a piazza S.Pietro.

  • Con espressioni di tempo, tipo:
all daytutto il giorno
in my lifenella mia vita
in this centuryin questo secolo
this week/month/year/etc.questa settimana/mese/anno/ecc.
in the last few days/weeks/ecc.negli ultimi giorni/settimane/ecc.
so far / up to nowfino ad adesso
It's the first/second/etc. timeE' la prima/sconda/ecc. volta

They have been out all the day.
Sono stati fuori tutto il giorno.

  • Per dare enfasi alla durata, esempio:
    What have you been doing all the day?
    Cosa hai fatto per tutto il giorno?

To say/to tell

Benche' sia to say che to tell abbiano lo stesso significato, sono utilizzati in ambiti differenti.

Il verbo to say e' usato per:

  • il discorso diretto
She said:"I love you!"
  • il discorso indiretto
She said she loved me.

Il verbo to tell e' utilizzato, invece, per esprimere il raccontare qualcosa a qualcuno, oppure dire, ma sempre in presenza del complemento di termine:

We told him to go home and talk her.
Your grandfather told us a lot of beautifull tales.

Past perfect (il trapassato prossimo)

Si usa quando si fa riferimento ad un'azione precedente a quella nel passato di cui stimo parlando.

Forma affermativasoggetto + had + participio passato
Forma negativasoggetto + hadn't + participio passato
Forma interrogativaHad + soggetto + participio passato ?
Forma interrogativa negativaHadn't + soggetto + participio passato ?
When we arrived to the station the bus had just left.
Quando arrivammo alla stazione l'autobus era gia' partito.

Il past perfect e' usato, inoltre, sia con le espressioni It's the first/second/etc. time sia per dare enfasi al discorso.

It was the second time we had travelled on an airplane.
Era la seconda volta che viaggiamo su un aereo.
He told me he had been trying to phone me all evenenig.
Mi ha detto che ha cercato tutta la sera di telefornarmi.

I comparativi

Comparativo di uguaglianza

Il comparativo di uguaglianza si puo' formare con:

  • agettivi e avverbi:

as / not so / not as + aggettivo / avverbio + as

She is as pretty as you.
He can't sing as well as Henry.

  • con i sostantivi:

as much / not so much / not as much + sostantivo singolare + as
as many / not so may / not as many + sostantivo plurale + as

I haven't got so much money as him.
You can have as many as you want.

  • con i verbi:

verbo + as much as
verbo alla forma negativa + as/so much as

Luke weighs as much as his father.

Il comparativo di maggioranza

Il comparativo di magioranza si puo' fare nei seguenti modi:

  • con gli aggettivi monosillabici:
aggettivo+-er+than

Leo is fatter than me.

  • con tutti gli altri aggettivi:
more+aggettivo+than

This man is more important than you.

  • con i sotantivi:
more+sostantivo+than

She has got more dresses than me.

  • dopo un verbo:
verbo+more+than

This man is more important than you.

Attenzione: i monosillabici che terminano con una sola consonante, preceduta da una sola vocale, raddoppiano la consonante: bigger, thinner, ecc. Fa eccezione cruel che diventa crueller. La y preceduta da consonante si trasorma in i: dirtier, earlier.

Comparativo di minoranza

Si forma con:

  • aggettivi, avverbi e sostantivi singolari:
less+sostantivo/aggettivo/sostantivo singolare+than

I have got less dresses than Mary

  • i sostantivi plurali:
fewer+sostantivo plurale+than

I made fewer mistakes than you.

  • dopo un verbo:
verbo+less+than

My brother read less books

Rafforzamento

Si puo' rafforzare un comparativo nel seguente modo:

  • quando l'aggettivo finisce in -er si possono usare much/far:
    My father is much taller than me
    Mio padre e' molto piu' alto di me
  • quando si usa more si puo' aggiungere many/far:
    You've got many more books than me
    Hai molti piu' libri di me
  • quando si usa fewer si puo' usare far:
    You have got far fewer problems than me.
    Hai molti meno problemi di me.

Il superlativo

Il superlativo di maggioranza

Il superlativo di maggioranza si forma nei seguenti modi:

  • con gli aggettivi monosillabici e quelli terminanti in -y, -e, -er,-ow, :
the + aggettivo + -est

I'm the smartest of all my friends.

Attenzione: i monosillabici che terminano con una sola consonante, preceduta da una sola vocale, raddoppiano la consonante: biggest, thinnest, ecc. Fa eccezione cruel che diventa cruellest. La y preceduta da consonante si trasorma in i: dirtiest, earliest.

  • con gli altri:
the most + aggettivo

He's the most boring person I have ever met.

Il superlativo di minoranza

Il superlativo di minoranza si forma con:

the least + aggettivo
the fewer + sostantivo plurale

Note

I superlativi assoluti, possono riguardare una ristretta parte del mondo o delle persone, per esempio si puo' dire:
E' il piu' bravo nella scuola
questo caso mostra un superlativo assoluto riguardante un ambito particolare.

Per dare lo steso effetto in inglese si usa:

  • of / among quando ci si rifeisce ad un gruppo:
    John is the nicest among my friends. ( oppure of my friends)
  • in quando ci si riferisce ad un luogo:
    He is the best in the school
  • that quando il termine di confronto e' una proposizione relativa:
    Grace is the worst person that I have ever met

Il superlativo puo' essere rafforzato da by far:
This is by far the most beautifull woman in the world.

Comparativi e superlativi irregolari

 !COMPARATIVO!SUPERLATIVO
good/wellbetterthe best
badworsethe worst
littlelessthe least
oldolder/elderthe oldest/the eldest
much/manymorethe most
latelater/the latter (lett. il secondo)the latest/the last
farfarther/furtherthe farthest/the further
nearnearerthe nearest/the next

Elder e the eldest si riferiscono sempre a membri della stesa famiglia, inoltre elder non e' usato per fare paragoni:
My elder sister is 24 years old. (mia sorella maggiore ha 24 anni)

Esprerssioni italiane

Essitono espressioni italiane in cui si usa il comparativo inglese:

  • Sempre piu'/sempre meno: in questo caso si usa due volte il comparativo:
    Its getting warmer and warmer.
    Fa sempre piu' caldo.
    Cars are getting more and more expensive today.
    Le macchine stanno diventando sempre piu' care.
  • Se si fa nuna correlazione, si usa l'articolo the:
    The more you earn, the more you can spend.
    Piu' guadagni, piu' puoi spendere.
    The fewer we are, the better it is.
    Meno siamo, meglio e'.

La forma di durata

Nota: Questo modo di esprimersi, in realta', non viene descritto nelle grammatiche inglesi, e' un modo di raggruppare come si esprimono dei concetti di durata nella lingua inglese.

Quando si fa riferimento ad una azione che inizia in un preciso momento e continua ancora adesso, si usa:

soggeto + present perfect + compl. oggetto + since+ data

I have known Max since 1978.

Conosco Max dal 1978.

Quando si fa riferimento ad una azione che inizia in un preciso momento e e' nel passato, si usa:

soggeto + past perfect + compl. oggetto + since+ data

I had known Max since 1978.

Lo conoscevo dal 1978

Quando si fa riferimento ad una azione che ha una durata e continua ancora adesso, si usa:

soggeto + present perfect continuos + compl. oggetto + for+ durata

I have been travelling for 2 hours.

Sto viaggiando da due ore.

Quando si fa riferimento ad una azione che ha una durata ed e' nel passato, si usa:

soggeto + past perfect continuos + compl. oggetto + for+ durata

I had been travelling for 2 hours.

Stavo viaggiando da 2 ore.

Per la forma interrogativa si usa How long:

How long have you been singing professionally?
Da quanto rempo canti da professionista?

Nelle frasi negative non si usa la forma di durata, a meno che sia in senso ironico:

Mario hasn't written to me since October.
Mario non mi scrive da Ottobre.

You haven't been walking for long; you can't be tired!
Non cammini da molto; non puoi essere stanco!

La forma di durata non si esprime se l'azione e'conclusa:

He left 2 hours ago.
E' partitoda 2 ore.

La forma di durata si puo' esprimere anche cosi':

It is + data + since + simple past
It was + data+ since + past perfect

Esempi:

It's 2 years since he died.

How long is it since she wrote to you?

I pronomi relativi

I pronomi relativi si usano in inglese similmente che in italiano, ecco uno schema introduttivo:

 PersoneCose o animali
soggettowho/thatwhich/that
compl. oggettowhom/thatwhich/that
possessowhosewhose/of which

Esempi:

The man who lectured at the university last week is a famous psychiatrist.

The range of mountains which separates Italy from the rest of Europe is called "the Alps".

The man whom you can see over there is my father.

The girl with whom I went out yesterday is beautifull.

The bed in which I slept last night is too hard.

That's the lady whose husband drink too much.

I pronomi interrogativi

Ecco una lista di pronomi interrogativi:

  • Who: Chi
  • Which: Quale
  • What: Cosa
  • Whose: Di chi
  • How: Come
  • When: Quando
  • Wher:Dove

Quando si usano questi pronomi la costruzione è sempre quella di una frase interrogativa (When are you leaving?).

Pronomi composti

  • Whoever: Chiunque
  • Whichever: Qualunque
  • Whatever: Qualunque cosa
  • However: in qualunque modo, comunque
  • Whenever: Ogni volta
  • Wherever: ovunque

Il condizionale (conditional tense)

Condizionale prsente (present conditional)

Affermativasoggetto + would ('d) + infinito senza to
Negativasoggetto + would not (wouldn't) + infinito senza to
InterrogativaWould + soggetto + infinito senza to?
Interrogativa-negativaWouldn't + soggetto + infinito senza to?

Con la prima persona, sia singolare che plurale, si puo' usare should al posto di would.

Esempi:
I'd like to change my bike.
Mi piacerebbe cambiare la mia macchina.

Would you help me to water the garden, please?
Mi aiuteresti a innaffiare il giardino, per favore?

Wpuld you like something to eat?
Vorresti qualcosa da mangiare?

Present conditional continuos

soggetto + would + be + forma in -ing

Perfect conditional

Affermativasoggetto + would ('d) + have + participio passato
Negativasoggetto + would not (wouldn't) + have + participio passato
InterrogativaWould + soggetto + have + participio passato ?
Interrogativa-negativaWouldn't + soggetto have + participio passato ?

Si usa per desideri o azioni irrealizzate, esempi:

I would have liked to see her again, but she never came back.
Mi sarebbe piaciuto rivederla, ma non torno' piu' indietro.

Perfect conditiona continuos

soggetto è would + have been + forna in -ing

Il periodo ipotetico

Con questo terminologia si indica la costruzione inglese piu' tipica per indicare la possibilita'. In italiano noi diciamo:

Se hai fame, mangia una mela.
Se avessi fame, mangerei una mela.
Se vessi avuto fame, avrei mangiato una mela.

Questo modo di esprimersi e' il piu' usato e corretto nella lingua inglese per comunicare una eventualita'. In inglese il periodo ipotetico ha 3 forme.

Periodo ipotetico di primo tipo

E' usato per esprimere possibilita' reali o possibili, oppure un nesso causa-effetto:

if clausemain clause
if + simple presentfuture simple

Esempio:

If he comes, he'll meet Maria.
Se verra', incontrera' Maria.

Al posto di if si puo' usare when:

When you heat a metal bar, it'll expand

ma anche con la main clause al presente, peche' da' il senso di una spiegazione di carattere universale e sempre vera:

When you heat a metal bar, it expands

Se si una un modal verb nella main clause, essa puo' essere al presente:

If you see her, you can meet also Anna.

Inoltre nella if clause si puo' usare anche il present continuos o il present perfect:

If you are looking for your hat you'll find it in the hall.

If you've finished the leter I'll post it for you.

Periodo ipotetico di secondo tipo

Si utilizza per esprime una eventualita' remota, immaginaria.

if clausemain clause
if + simple pastcondizionale

ATTENZIONE: nelle ipotesi il verbo essere utilizzatto e sempre were a tutte le persone.

Esempi:

If I were rich I'd buy a Ferrari.
Se fossi ricco comprerei una Ferrari

Periodo ipotetico di terzo tipo

Questa costruzione si usa per esprimere possibilita' che non si sono realizzate, ma avrebbero potuto.

if clausemain clause
if + past perfectperfect conditional

Esempi:

If she had come, she would have met Mike.
Se fosse venuta, avrebbe potuto conoscere Mike

Volere

To want / to like

In inglese per esprimere desiderio o volonta' si usano to want o to like. Generalmente to like e' usato al condizionale, mentre to want e' usato in tutti gli altri tempi, esempi:

I want to leave early tomorrow.
Voglio partire presto domani
Why don't you want to do it?
Perche' non vuoi farlo?
Would you like a cup of tea?
Vorresti un tazza di te'?
I'd have liked to see that museum
Avrei voluto vedere quel museo

To like e' comunemente usato dopo le congiunzioni as, if, what(ever), where(ver), gemeralmente omettendo to; esempi:

You can come whenever you like.
Puoi venire quando vuoi.
She seldom behaved as she liked.
Raramente si comportava come voleva.

Se si fa riferimento ad un verbo gia' espresso dopo il to non si ripete il verbo, esempio:

Why didi you come if you didn't want to?
Perche' sei venuto se non volevi?

Classico errore italiano e' di mettere that nelle subordinate dopo i verbi volitivi, ma in inglese non si mette; si segue di solito laseguente costruzione:

SOGGETTO + VERBO + COMPLEMENTO OGGETTO + INFINITO

Esempi:

I want Jimmy to be more precise in his drawings.
Voglio che Jimmy sia piu' preciso nei suoi disegni
I'd like her not to touch my flowers
Vorrei che non toccasse i miei fiori

To wish

La costruzione e' la seguente:

SOGGETTO + VERBO + SOGGETTO / INFINITO

L'uso piu' comune di wish e' quello di indicare desideri irrealizzabili o poco probabili, usando la seguente forma:

SOGGETTO + WISH + SOGGETTO + SIMPLE PAST

I wish it were not raining.
Vorrei che non stesse piovendo.

Per esprimere rammarico, cosi':

SOGGETTOWISHSOGGETOPAST PERFECT 
   COULD HAVEPARTICIPIO PASSATO

I wish I could have loved you more.
Vorrei averti amato di piu'.

Esiste anche la forma equivalente a to like al presente:

SOGGETO + WISH + SOGGETTO + WOULD + INFINITO SENZA TO

I wish he would not make such a noise.
Vorrei che non facesse cosi' rumore.

Reported speech (discorso indiretto)

Il discorso indiretto si usa per riferire fatti, discorsi, azioni generalmente compiute da altri nel passato.

Esempi in italiano:

Mi disse che ero stato bravo.
Egli si diresse verso di noi e ci racconto' la sua storia.

Per costruire correttamente il discorso indiretto bisogna capire che passaggio logico bisogna fare, ecco una tabella con u passaggi da discorso diretto a quello indiretto:

DISCORSO DIRETTODISCORSO INDIRETTO
herethere
thisthat
nowthen
todaythat day
Tomorrowthe following day
yesterdaythe previous day
agobefore
the day before yesterdaytwo days before
the day after tomorrow|in two days' time

Per il passaggio dei tempi si veda il seguente specchietto:

DISCORSO DIRETTODISCORSO INDIRETTO
Simple presentSimple past
"I want to go"She said that she wanted to go
Present continuosPast continuos
"I'm going shopping"She explained she was going shopping
Present perfectPast perfect continuos
"He's just arrived"You remarked he had just arrived
Present perfect continuosPast perfect continuos
"He's been sleeping for hours"She told me that he had benn sleeping for hours
Simple pastPast perfect
"I met Bob at 2"He said that he had met Bob at 2
Future tensePresent conditional
"I will come in time"She assured us that she would come in time
Future continuosPresent conditional continuos
"She'll be leaving soon"He answered that she would be leaving soon
ImperativeInfinitive
"Don't do it"She ordered me not to do it

Discorso indiretto e periodo ipotetico

Ecco si riporta un periodo ipotetico:

 Discorso direttoDiscorso Indiretto
Primo tipoIf he comes, I'll be pleasedShe said that if he came she would be pleased
Secondo tipoIf he comes, I would be pleaseShe said that if he came he would be pleased
Terzo tipoIf he had come I would have been pleasedShe said that if he had come she would been pleased

HomePage

Guide

Altro

Translate:

Pubblicità:

Attach:Attach:chevipare.gif Δ

Licenza Creative Commons
DuckDuckGo

edit SideBar

edit TopNav

Blix theme adapted by David Gilbert, powered by PmWiki